Ugento

Uno dei tratti caratteristici del Salento, oltre alla bellezza dei suoi paesaggi costieri e dell’entroterra, è sicuramente il patrimonio artistico, storico ed architettonico che la regione possiede, e che sempre più visitatori si recano direttamente a scoprire.

Qui la storia del territorio, già abitato durante la preistoria, è strettamente legata all’incrocio di tante culture differenti che in questa regione, protesa nel cuore del Mediterraneo, si sono avvicendate, talvolta scontrandosi, talvolta fondendosi armoniosamente insieme.

Panorama dell'entroterra salentino

Panorama dell'entroterra salentino

Popolazioni italiche e greci, romani, bizantini e saraceni, spagnoli e normanni, le lievi colline e le coste salentine raccontano la loro millenaria storia con le migliaia di testimonianze che ancora oggi sono un tratto distintivo e caratteristico della regione.

Ugento è una di queste località, sorta come importante centro di una popolazione, i Messapi, che si insediarono in Salento molti secoli prima dell’arrivo di altri popoli, come i greci ed in seguito i romani. Ugento conserva ancora alcune testimonianze della sua antica origine, dalle quali si può immaginare la ricchezza e la potenza del regno dei Messapi, una popolazione in grado di costruire grandi città fortificate ed in grado di tener testa, almeno per qualche tempo, anche alle mire espansionistiche della greca Taranto e di Roma con il suo terribile esercito.

Posta nell’entroterra, a pochi chilometri dalla costa, Ugento è dunque una meta interessante per riscoprire le antiche origini del territorio salentino, di cui resta traccia nei resti dell’imponente cerchia delle mura originarie del centro messapico, e nelle testimonianze raccolte nel corso dei secoli ed oggi conservate nel Museo di Archeologia cittadino. Il castello trecentesco, e la cattedrale, rinascimentale ma rimaneggiata in epoca barocca sono altri luoghi di interesse della cittadina salentina.

E poi la magnificenza delle sue coste, suddivise nei tre piccoli centri balneari di Torre San Giovanni, Lido Marini e Torre Mozza.

Qui il panorama è davvero indescrivibile per la bellezza ed in fascino che sa suscitare. Le lunghe spiagge di sabbia bianca e finissima, il mare cristallino e pulito, l’immacolata fila di dune costiere con la loro verdissima ed odorosa vegetazione di macchia mediterranea sono le componenti che hanno fatto diventare queste località, un tempo semi sconosciute, una delle mete più interessanti per godere al meglio la propria vacanza nel Salento.

Ed infatti, soprattutto negli ultimi decenni la costa si è arricchita di diversi inurbamenti, costituiti per lo più di strutture alberghiere, pensioni, appartamenti e case vacanze, spesso proprio a ridosso della costa e quindi molto amate da chi oltre al piacere del magnifico mare non vuole rinunciare alla comodità della spiaggia a due passi da casa.

Da non perdere, ad Ugento, anche le tante, manifestazioni del folklore cittadino, vivaci e partecipate e spesso di origini molto antiche, tra le quali si segnala, nel periodo estivo, la Festa della Madonna dell’Aiuto, con la sua spettacolare e suggestiva processione a mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.