Da Torre Mozza a Santa Maria di Leuca

Chi ha scelto di recarsi a Torre Mozza per trascorrere le vacanze in Salento avrà di certo l’opportunità, oltre a quella di godere di indimenticabili giornate di sole e mare sulle sue stupende spiagge di sabbia fine e dorata, di visitare gli affascinanti dintorni di questo angolo di Salento, così ricco di attrattive archeologiche, storiche artistiche e paesaggistiche.

Una piacevole escursione da Torre Mozza sicuramente avrà come meta la splendida cittadina di St Maria di Leuca. Bianca di calce ed arroccata tra i promontori di Punta Meliso e Punta Ristola la cittadina si presenta agli occhi del visitatore con il suo incantevole panorama di litorali rocciosi a picco su uno splendido tratto di mare, costituito dall’incontro delle acque dell’Adriatico ad Est e da quelle del Mar Ionio verso ovest.

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca

Un panorama mozzafiato accoglierà il visitatore dal lungomare, e la vista spazierà lontano, verso le coste greche ed albanesi da un lato e la costa calabra dall’altro, come potranno verificare coloro che potranno salire fino in cima all’altissimo faro di Leuca che svetta a pochi passi da un’altra celebre attrattiva di Santa Maria di Leuca, la Basilica de Finibus Terrae.

Terra di profonda religiosità, propri qui vuole la tradizione siano sbarcati i primi cristiani provenienti dal Medio Oriente e diretti alla cristianizzazione del territorio italiano. Anzi, sarebbe proprio in questo luogo che San Pietro avrebbe officiato una delle prime messe su territorio italiano. Anche il culto della Madonna ha qui origini antichissime, e proprio la basilica di Santa Maria di Leuca è da secoli una delle mete principali dei pellegrini di tutta Europa.

La bellezza dei litorali e del mare non è certo passata inosservata nel corso dei secoli, tanto che qui a Leuca si può osservare, nelle tante ville ottocentesche, come questa località fosse già, in epoca lontana, meta turistica di grande interesse. Qui la ricca borghesia salentina e l’aristocrazia del territorio sceglieranno infatti di costruire affascinanti ville, secondo quello che era lo stile architettonico in voga all’epoca, l’art decò. Si potranno ammirare così incantevoli edifici di pittoresca fattura, con torrette medievali, pagode cinesi, eleganti patio moreschi: un centinaio di ville, sparse lungo la linea costiera, che ancora sembrano evocare i fasti del turismo d’elite di un tempo.

Per tuffarsi nelle acque limpide e cristalline la costa rocciosa è stata attrezzata, come già si faceva ai tempi della belle epoque, con passerelle e scalinate, mentre poco lontano, lungo la costa ionica, si potranno trovare facilmente ampi tratti di spiaggia per i più pigri ed i nuotatori meno esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.